In una società sempre più dinamica la capacità di individuare e coltivare il proprio talento fin da piccoli, in modo da poterlo sviluppare nel corso della vita attraverso un processo di formazione continua rappresenta la migliore garanzia per costruire un futuro ricco di soddisfazioni.

Questo l’assunto alla base dell’innovativo progetto “Skilland” messo a punto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Biella in collaborazione con Banca Simetica e che, grazie all’ampia rete territoriale creata (circa 50 soggetti tra pubblici e privati) e alla qualità del progetto ha ottenuto un contributo di 250 mila euro dall’impresa sociale “Con i bambini” nell’ambito dei bandi contro la povertà educativa minorile.

Il progetto, che in questi giorni sta entrando nel vivo, avrà un costo complessivo di 500 mila euro ed è stato presentato oggi, 28 ottobre, presso l’Auditorium di Città Studi alla presenza di oltre 180 persone tra cui una nutrita rappresentanza delle istituzioni e delle scuole.

Ha aperto i lavori, alla presenza di numerosi operatori di settore particolarmente interessati alle potenzialità del progetto, il Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, Franco Ferraris.

Sono particolarmente felice che la presentazione di un progetto così importante per il nostro territorio abbia luogo a Città Studi – ha spiegato Ferraris – infatti è proprio a partire dalla formazione delle giovani generazioni che partiremo per scrivere un nuovo futuro per il Biellese, inoltre questo è un progetto che mette al centro la forza delle reti per individuare nuove opportunità, un processo virtuoso che la Fondazione sta mettendo in campo in tutti i settori di intervento e che sta dando ottimi frutti. Skilland è tra l’altro inserito tra i progetti della candidatura Unesco della città di Biella”.

Soddisfatto anche il Sindaco Claudio Corradino: “Ancora una volta devo dire grazie alla Fondazione Cassa di Risparmio di Biella che ormai è un vero motore per il Biellese – spiega –  gli ambiti strategici di intervento di questo ente sono davvero moltissimi e grazie all’azione di sinergia sin qui attuata Biella potrà diventare un modello di sviluppo anche nel campo della formazione”.

Alle considerazioni del Sindaco si è unita anche Maria Teresa Furci Dirigente dell’Ufficio scolastico territoriale di Biella mentre la presentazione delle linee-guida del progetto Skilland è stata affidata oltre che a un video del regista Michele Burgay a una relazione di Enrico Pesce e Paola Merlino del consorzio Il filo da tessere: “Il progetto Skilland è costituito da molteplici azioni rivolte a formatori, famiglie, ragazzi, aziende e insegnanti e ha per obiettivo l’individuazione e la valorizzazione del talento. Moltissimi gli strumenti messi in campo per raggiungere questo risultato: si va da un corso di alta formazione per orientatori a una serie di seminari e convegni tematici sulle varie forme di talento (sportivo, tecnologico, culturale, artistico). Si lavorerà molto sul territorio nei contesti extrascolastici con particolare attenzione a parrocchie e associazioni sportive e anche le imprese verranno coinvolte con visite ai siti produttivi. Un progetto triennale molto articolato dunque che prevede di mettere al centro i ragazzi per aiutarli a individuare le proprie attitudini”.

 Molto interesse ha destato nel corso del convegno la presentazione, a cura di Irene Miletto della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, del progetto “La città dei talenti” dedicato alla valorizzazione delle competenze e attitudini dei ragazzi cuneesi a cui il progetto biellese si è in parte ispirato.

A partire dalle ore 11 la seconda parte della mattinata è stata poi dedicata a un momento di approfondimento con il docente universitario Alessandro Rosina, esperto di trasformazioni sociali e innovazione, che ha dato un quadro teorico più ampio al progetto Skilland inquadrandolo in una dimensione di trasformazione sociale dalla grande portata.

Il convegno è stato chiuso da un intervento dell’on. Lucia Azzolina, Sottosegretario all’Istruzione, giunta appositamente da Roma per portare il proprio sostegno all’iniziativa. “Sono felice che il Biellese sia tra i promotori di un’iniziativa particolarmente innovativa come Skilland – ha dichiarato – mettere al centro i bambini e i ragazzi è la strada giusta per scrivere il nostro futuro”.

Per maggiori informazioni sul progetto: orientamento@ilfilodatessere.com;

tel. 015-0991174.