Il Network delle Città Creative UNESCO è il primo e più importante spazio di collaborazione e sperimentazione per immaginare la città di domani”. Si apre così, con le parole di Ernesto Ottone R. – Assistente Direttore Generale per la Cultura UNESCO – il video di presentazione del Network Creative Cities realizzato e pubblicato da Unesco.

Sono qui presentate le Città Creative (180 città in 72 Stati), una commistione di vedute, economie, culture differenti: da Instanbul, City of Design, a Zahle (Libano), City of Gastronomy,

Tutte condividono la stessa mission: creare e sviluppare città creative, sostenibili, resilienti, inclusive.

Incubatori di buone pratiche, come Ouagadougou (Burkina Faso), City of Crafts & Folk Art, luoghi di diversità, inclusione, cooperazione, come Santos (Brasile) e Busan (Repubblica di Korea), Cities of Film. Laboratori di innovazione, come Enghien-les-Bains (Francia), City of Media Arts. Campioni della sostenibilità (verso l’Agenda 2030) come Idanha-a-Nova (Portogallo), City of Music ed Edinburgh (Regno Unito e Irlanda del Nord), City of Literature.

La Call for Applications per presentare la Candidatura è ora aperta, il dossier sarà depositato nel mese di giugno 2019: sarebbe una grande opportunità per Biella entrare a far parte di questo circuito.

Per vedere il video visita il nostro sito alla pagina "Network".