È anche grazie al laser a Olmio che la struttura complessa di urologia dell'ospedale di Biella ha raggiunto risultati lusinghieri, diventando il sesto reparto del Piemonte e il primo nel quadrante nord-orientale per il trattamento chirurgico dell'ipertrofia prostatica.

Il risultato è sancito dal Piano Nazionale Esiti, lo strumento del ministero della Salute che fornisce valutazioni su efficacia, equità, sicurezza e appropriatezza delle cure su tutto il territorio italiano. E arriva a due anni dalla donazione all'Asl di Biella dell'apparecchiatura, frutto di uno dei tanti investimenti sulla sanità pubblica fatti dalla Fondazione Tempia e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Biella.

Il tipo di laser è un apparecchio ad alta potenza, di ultima generazione, che permette soprattutto di trattare in modo poco invasivo i calcoli urinari e l'ipertrofia prostatica, due condizioni estremamente diffuse nella popolazione. Nei primi due anni dalla sua entrata in funzione gli interventi svolti sono stati 630 e hanno compreso anche quelli per il trattamento di alcuni tumori delle vie urinarie e della stenosi dell'uretra.

Si allega il comunicato stampa completo.



Allegati:

Comunicato stampa - Ospedale di Biella, urologia all'avanguardia grazie al laser a olmio