Un grande Terzo Paradiso composto da medici e operatori ASL sul tetto-giardino dell’Ospedale di Biella: con questo scatto, realizzato da Filippo Sarcì nell’ambito della campagna #millefiliuntessuto a sostegno della candidatura di Biella al network “Città creative Unesco” la Fondazione Cassa di Risparmio di Biella ha conquistato il terzo posto nella preselezione italiana del concorso “Focus: Philanthropy”, indetto da Dafne (il prestigioso network europeo composto da 30 associazioni di fondazioni ed Enti della filantropia Istituzionale che a loro volta contano circa 10 mila membri).

L’iniziativa è finalizzata a valorizzare il lavoro delle fondazioni e degli enti filantropici di tutta Europa e il tema della campagna europea è #holdingtogether, espressione della solidarietà e del valore delle fondazioni e enti filantropici dei vari Stati europei. Le foto ricevute verranno valutate da una giuria e Dafne annuncerà le vincitrici il 1° ottobre 2020, in occasione della Giornata Europea delle Fondazioni e dei Donatori. Le fotografie vincitrici saranno stampate e esposte al PEX Forum 2021, il convegno europeo che riunisce tutte le organizzazioni di supporto alla filantropia, e al Parlamento Europeo (da confermare). In Italia, per selezionare le foto da inviare a Dafne, Assifero ha organizzato un contest nazionale tra i propri membri, aperto anche alle Associate Acri, l’associazione di categoria delle Fondazioni bancarie italiane, ed è in questo contesto che la Fondazione Cassa di Risparmio di Biella ha conquistato il riconoscimento per il suo lavoro di sostegno alla candidatura Unesco.

Terza classificata: Fondazione Cassa di Risparmio di Biella

Realizzazione del Terzo Paradiso di Pistoletto sul tetto-giardino dell’Ospedale di Biella a cura di medici, infermieri e personale ASL nell’ambito della campagna di sostegno alla candidatura di Biella al network delle città creative Unesco. Sul tetto si trova già un’installazione permanente di “sedute del Terzo Paradiso” realizzate dagli studenti biellesi per simboleggiare i valori del rapporto tra arte e cura e di equilibrio tra scienza e natura.