Organizzato ad Oropa il IX World Congress of Coloured Sheep, il congresso della pecora colorata e per l’occasione sono stati invitati dal Consorzio Biella The Wool Company un centinaio di allevatori.

Biella si conferma ancora una volta la capitale internazionale della lana: la prossima settimana, dal 20 al 22 maggio, oltre un centinaio di allevatori e ricercatori di pecore colorate che provengono da tutto il mondo giungeranno nel Biellese per l'occasione: Australia, Nuova Zelanda, Stati Uniti, Isole Farroe, Sud America, Indonesia, Germania, Francia, Inghilterra, Irlanda, saranno alcune delle nazioni rappresentate durante la due giorni di convegno.

Programma

A invitarli a Biella è stato il Consorzio Biella The Wool Company che da un decennio si dedica alla lavorazione e alla promozione delle lane autoctone.

Parte del programma sarà dedicato alla visita della sede del Consorzio a Miagliano - per vedere le lane autoctone -, della Pettinatura di Verrone e del Lanificio F.lli Piacenza di Pollone.

Ad aprire il convegno e a portare i saluti ufficiali ai partecipanti sarà il Presidente dell’Associazione Nazionale Commercio Laniero, Piercarlo Zedda; Valeria Varnero, assessore del Comune di Biella, presenterà al pubblico la candidatura UNESCO.

Durante i due giorni di congresso verranno trattati vari argomenti relativi alla pecora colorata, dalla ricerca genetica al benessere animale, al futuro della lana in un mondo che ha finalmente iniziato a capire i benefici delle fibre naturali in confronto alle fibre sintetiche.

Durante la cena Gala del martedì sera, inoltre, gli “Amici della Lana” presenteranno “Parole di lana”, uno spettacolo, ideato per avvicinare i più piccoli al mondo della lana, con le marionette di Laura Rossi e la regia da Manuela Tamietti. Simona Colonna presenterà una sua canzone dedicata alla lana.